Search results for

depop

Lifestyle

FACILE GUIDA DEPOP PER VENDERE E ACQUISTARE

9 Novembre 2014


Cos’è Depop?!
Dopo il cambio stagione ti sei accorto che il tuo armadio straborda e tua madre ha ben pensato di darti l’ultimatum “o tu o i tuoi vestiti”? Perché non vendere i vestiti e tutti gli accessori che non usi più e guadagnare qualcosa?

In questo articolo vi spiegherò in parole semplici cos’è Depop e come funziona (guida Depop!), perchè usarlo e come scovare e fare i migliori affari su questa app.

In fondo, Depop, è uno strumento facile, veloce e diretto che usano anche le fashion blogger (Chiara Ferragni in primis) per liberarsi dei capi che non indossano più e di ciò che hanno ricevuto per promuovere un marchio.

Depop è un’applicazione scaricabile gratuitamente, una sorta di piccolo negozio virtuale (non a caso si chiama Depop, contrazione di department + popular) che permette di vendere qualsiasi cosa scattando una foto e mettendola online. E’ una specie di mix tra instagram ed ebay dove si pubblicano foto e poche informazioni come descrizione, prezzo, disponibilità e basta un click per:
– condividere la foto con gli amici sui social network
– mandare un messaggio privato all’utente che ha messo l’annuncio
– acquistare l’oggetto in foto
– mettere “mi piace”
– commentare l’inserzione

depop

Cosa è necessario?
– Avere uno smartphone (Apple o Android)
– Scaricare l’app Depop (gratuita)
– Avere una carta di credito o una carta ricaricabile (tipo postepay) o un conto paypal

Come fare per acquistare?
1. Creare il proprio profilo utente
2. Sbirciare negli “armadi” degli altri utenti (mettendo il nome, ricercando #hashtag o facendo ricerche random)
3. Contattare l’utente tramite messaggio privato
4. Acquistare il prodotto

Come fare per vendere?
1. Creare il proprio profilo utente
2. Scattare una foto a ciò che vogliamo vendere
3. Stabilire un prezzo e aggiungere una descrizione
4. Scegliere i metodi di pagamento e le modalità di consegna (a mano/via posta)*
* a Depop va una percentuale come commissione.

I modi per usare Depop sono essenzialmente 2. Dopo aver scaricato l’app si può scegliere di:

CURIOSARE E ACQUISTARE
Come tutti i social, Depop, permette di seguire i propri amici ma anche perfetti sconosciuti o persone famose e influenti (come per esempio fashion blogger e redattrici di moda), guardare cosa fotografano e mettono in vendita e, nel caso, chiedere direttamente informazioni tramite il sistema di messaggistica privata.
Poniamo ci sia un nostro amico che sta cercando un paio di calzettoni a righe multicolor in ogni mercatino senza ottenere risultati. Navigando sul profilo di Chiara Nasti (giusto per citarne una, lei in effetti Depop ce l’ha e lo usa!) se ne vede un paio che potrebbero fare al caso suo: condividiamo la foto e facciamoglielo sapere!
L’interessato potrà scrivere a Chiara (continuiamo con questo esempio…), contrattare il prezzo, decidere le modalità di pagamento e di consegna e il gioco è fatto. Basterà aspettare comodamente a casa l’arrivo del pacco!

VENDERE
Se invece si vuole mettere in vendita un proprio capo, un oggetto, un gioiello handmade…basta scattare una foto!
Chi non ha un maglioncino di cashmere con la renna ricamata sopra che non mette da tempo inmemore se non alla vigilia di Natale?? Perchè non provare a venderlo? (vuoi dirmi che non hai un maglioncino del genere??) Fai una bella foto, stabilisci un prezzo, scrivi una sua descrizione a completare la foto e la pubblichi sul profilo.
Ricevute le richieste si risponde ai possibili acquirenti e se qualcuno decide di acquistare il nostro oggetto, un messaggio ci avviserà e dovremmo occuparci della spedizione della merce.

Facile no? Vuoi sbirciare il mio profilo e vedere cosa ho messo in vendita? Mi trovi come @laurachiari

Il segreto del funzionamento di Depop sta nel suo essere immediato e nel dare la possibilità a tutti di scovare oggetti unici, curiosi, introvabili e alla moda a prezzi accessibili! Ormai tutti hanno uno smartphone e scattare foto è la cosa più naturale che facciamo. Tutti i giorni!
In qualunque luogo si può fare shopping e vendere quello che non ci interessa più. Quello che per noi non è più indispensabile, per altre persone potrebbe essere un tesoro…

Alcune recensioni:

“Credo sia la mia app preferita: vendo, compro e scambio! La cosa più bella sono i rapporti umani che si vengono a creare tra gli utenti, almeno per quanto riguarda la mia esperienza” – Recensione dall’ App Store

“Geniale .. Hanno superato l’immaginabile con questa app … Un mix tra Ebay, Instagram e Facebook .. Un nuovo modo di conoscere comprare vedere e farsi vedere… Ripeto geniale!!!!” Altra recensione dall’App Store

Sicuramente un modo divertente per comprare e vendere!

Se volete fare un salto sul mio Depop, mi trovate come @laurachiari (link diretto)

Salva

Beauty

I prodotti per sopracciglia perfette

4 Aprile 2016

SopraccigliaLilyCollinsLe sopracciglia sono sempre stato il mio punto debole ma con gli anni si sono rivelate il mio tratto distintivo.
Da piccola venivo presa in giro perché le avevo molto folte e il monociglio mi ha abbandonata solo il primo anno del liceo.
Giusto per rincarare la dose vi dico che alle elementari i bulletti più grandi mi chiamavano Peo Pericoli, ve lo ricordate? Era un personaggio di Teo Teocoli.

Ora ricevo molti complimenti e tante ragazze mi chiedono come le curo e come possono fare per riprodurre lo stesso disegno.
Rispondo sempre che non so quanto sia una fortuna averle così; di sicuro non dovrò farmi il tatuaggio e non perdo tempo a disegnarmele ogni mattina ma in compenso la pinzetta è diventata la mia migliore amica e potrei definirmi la forma anche ad occhi chiusi.
Da qualche anno – fortunatamente – le sopracciglia folte e “semi selvagge” sono tornate di moda e sempre meno frequenti sono quelle linee arcuate che si vedevano su certi visi o quelle specie di apostrofo al contrario che rendevano l’occhio solo più triste e meno interessante.

SopraccigliaCaraDelevingneCara Delevingne e Lily Collins sono state le portabandiera di questa tendenza ma sulle passerelle e nei servizi fotografici le natural brows sono sempre più apprezzate, forse perché si sta andando verso una riscoperta della naturalezza che mi trova pienamente concorde.

Quindi, come fissare, riempire, disciplinare e accentuare le proprie sopracciglia?

Ogni prodotto ha la sua funzione specifica: matita, pennarello, crema, mascara e polvere. Vediamoli uno per uno.

MATITA
Adatta se vuoi solo infoltire le sopracciglia o andare a riempire qualche buchetto.
La mina ideale è semi-rigida e abbastanza cerosa perché così va a definire senza sbavare (cosa che farebbe una matita troppo morbida) ma disciplina anche i peletti grazie alla cera. Le matite troppo dure invece sono difficili da sfumare. Il tratto netto non è affatto naturale quindi lo bocciamo senza se e senza ma.
Ottime le matite con il pennellino dal lato opposto alla punta per pettinare le sopracciglia.
Quando si usa la matita infatti sarebbe opportuno prima pettinare le sopracciglia verso l’alto per vedere la forma naturale che hanno e poi andare a riempirle seguendo il disegno o aggiungendo dei peletti. Nella parte più vicina al naso si orientano in verticale, al centro in orizzontale mentre verso le tempie i peletti assumono una direzione discendente.
Queste sono le direzioni da seguire anche quando si fa a ricreare quello che non c’è con la matita. Per sfumare leggermente si può alla fine ripassare lo spazzolino.

ProdottiSopraccigliaMatitaKikoConsiglio:
– Brow Divine di Nabla (circa 11 euro)
Precision Eye Brow Pencil di Kiko (circa 5 euro)
– Eye Brow di Catrice (circa 3 euro)


PENNARELLO

Punta sottilissima e in feltro. Queste sono le caratteristiche da ricercare in un pennarello per le sopracciglia. Il tratto che regala è ultra preciso e solitamente sono prodotti ad alta tenuta (addirittura waterproof).
A seconda di come vi trovate meglio, si può optare per una punta sottile o una obliqua, tendenzialmente più spessa. Il pennarello si usa per realizzare degli arci ad alta definizione perché va a ricreare un effetto simile al tatuaggio e non passa inosservato. Ideale anche se vuoi provare gli stencil per avere una forma perfetta e definita per ore.
Evita questa tecnica se ami i trucci naturali e i make-up poco presenti perché il pennarello crea delle sopracciglia che vanno abbinate a un trucco deciso e importante, quasi drammatico.

ProdottiSopraccigliaPennarelloDiegoDallaPalmaConsiglio:
– Penultimate Brow Maker di Mac (circa 20 euro)
– Longlasting Eyebrow di Diego Dalla Palma (circa 18 euro)
– Eyebrow Perfect Marker di Deborah (circa 8 euro)


CREMA

Scegliere un prodotto in crema se devi riempire. La crema si applica con un pennellino e serve una mano ferma. Le texture cremose sono duttili e una volta asciugate completamente (qualche minuto) sono a lunga tenuta e durano molte ore senza il rischio di spostare il prodotto se ci si tocca con le mani.
Per l’applicazione l’ideale sono i pennellini con la punta piatta e angolare per ricreare al meglio i peletti con maggior precisione.
Molte di queste creme inoltre possono anche essere utilizzate come eye-liner o base per ombretti scuri e smokey eyes.

ProdottiSopraccigliaCremaAnastasiaBeverlyHillsConsiglio:
– Eye & Brow Maestro di Giorgio Armani (circa 29 euro)
Bulletproof Brows Kit di Too Faced (circa 27 euro)
– Dipbrow Pomade di Anastasia Beverly Hills (circa 20 euro)

MASCARA
Ultimamente sono usciti anche dei mascara colorati per infoltire un po’ le sopracciglia ma personalmente mi trovo benissimo anche con i semplici mascara trasparenti che vanno a fissare le mie sopracciglia che sono lunghe.
Sono perfetti se hai già un arco abbastanza folto e indisciplinato.
Si tratta di formulazioni in gel (trasparente o colorato) che vanno passate sopra le sopracciglia pettinate verso l’alto passando lo scovolino dal centro verso l’esterno. Donano anche un tocco di luminosità.

ProdottiSopraccigliaMascaraUrbanDecayConsiglio:
Brow Tamer di Urban Decay (circa 20 euro)
Brow Plumper di L’Oréal (circa 10 euro)
Eyebrow Designer di Kiko (circa 7 euro)

POLVERE
Spesso proposti in kit con diverse tonalità di marrone per adattarsi meglio al colore naturale delle sopracciglia, le polveri sono simili a ombretti mat.
Mai usare un ombretto mat iridescente per le sopracciglia! Questi kit sono delle polveri apposite a effetto super mat per dare maggiore intensità senza però aggiungere molta definizione.
Sono la soluzione ideale per ricreare un look naturale o per riempire piccole zone (ad esempio quando si sbaglia e si toglie qualche peletto di troppo…). Con un pennello angolato si va a riprodurre la forma delle sopracciglia con piccoli tratti leggeri insistendo maggiormente nella carte centrale.
Si possono usare anche due tonalità insieme, una più chiara nella parte centrale dove le sopracciglia sono naturalmente più rade e una più scura verso la coda.
Per aumentare la tenuta delle polveri si può aggiungere al termine del lavoro un prodotto fissativo come una cera o il mascara trasparente.

ProdottiSopraccigliaChanelConsiglio:
– Le Sourcil di Chanel (circa 55 euro)
– Brow Pow Eyebrow Powder di The Balm (circa 13 euro)
– Eyebrow Kit di Elf (circa 5 euro)

Infine, il mio più grande consiglio è quello di recarsi periodicamente in un centro specializzato, (stupendi i brow bar di Benefit), e farsi consigliare da un’esperta che vi dirà qual è la forma più adatta al vostro viso e cercherà di bilanciare i volumi seguendo un discorso tendenza ma soprattutto valutando insieme i gusti e ciò che realmente può valorizzare i vostri lineamenti.
A casa adoperate sempre le pinzette che andranno disinfettate di volta in volta.
Per calmare il dolore è possibile applicare prima e dopo lo strappo un cubetto di ghiaccio o una crema lenitiva anche per attenuare l’eventuale rossore.

Non eliminate troppo! È meglio avere qualcosa in più che qualcosa in meno e se proprio dovesse capitarvi, seguite i consigli qui sopra per ricreare al meglio una bella linea di sopracciglia.
Se siete bionde o rosse definite le sopracciglia con un colore di un tono più scuro rispetto alla vostra base di capelli mentre se siete castane o more, il colore ideale per le sopracciglia è di un tono più chiaro rispetto ai capelli.

Le ali di gabbiano stanno bene un po’ a tutte ma la forma va adattata ai singoli casi. Ci sono numerose tecniche per capire quali siano le angolazioni ideali, dove far iniziare e dove far terminare le sopracciglia.
Se vi interessa approfondire l’argomento lasciatemi un commento qui sotto e ve ne parlerò ancora prossimamente.

Potrebbe anche interessarti:
Quali sono i migliori correttori per le occhiaie
Guida Depop, la app per vendere e acquistare
Recensione Midnight Recovery Concentrate di Kiehl’s

Follow my blog with Bloglovin

Lifestyle

SICUREZZA STRADALE. GOMME INVERNALI – YOKOHAMA

15 Dicembre 2015

YokohamaGommeInvernali7[Post in collaborazione con Yokohama]

Viaggio molto. Chilometri su chilometri e spesso sono sola.
La mia tratta preferita è quella che mi riporta a casa dei miei. Salgo in macchina e sono felice, canto, sorrido tutto il tempo perché so che dopo qualche ora sarò nel posto che più mi sta a cuore.

Ho un rapporto stretto con la mia auto, le parlo, la sento e soprattutto sono attenta ad avere tutti i documenti in regola, a far eseguire periodicamente la manutenzione ordinaria e straordinaria necessaria, controllo i vari livelli e, cosa non da poco, faccio il check alle gomme.YokohamaGommeInvernali1

Sono sempre stata scrupolosa ma lo sono diventata ancora di più dopo essermi ritrovata sperduta in mezzo alla neve e al nulla, appena fuori l’A1, nell’inverno 2011.
C’era stata una bella nevicata e l’autostrada era bloccata per un tratto. Mi misi comunque alla guida con il desiderio di tornare a casa il prima possibile per festeggiare insieme alla famiglia il Natale ma all’altezza della Val di Chiana ci fecero uscire obbligatoriamente per procedere alla pulizia del manto autostradale e far defluire la coda chilometrica che nelle ore si era formata. Dalla padella alla brace.
Le strade provinciali erano un disastro: lastre di ghiaccio, neve a cumuli e nel frattempo aveva ripreso a nevicare.
Incosciente, non avevo le catene a bordo né le gomme da neve ma quella fu la prima e l’ultima volta perché presi così tanta paura e passai così tante ore (tutta la notte) bloccata al gelo insieme a altri automobilisti e camionisti che non auguro a nessuno questa esperienza.YokohamaGommeInvernali2

Percorrendo spesso le autostrade del nord Italia, in calendario mi sono segnata le date del 15 novembre e del 15 aprile. Sono i limiti nei quali montare e togliere le gomme invernali (o avere a bordo catene da neve).
L’obbligo di dotazioni invernali è in vigore da qualche anno e per fortuna che c’è!
Gli pneumatici invernali però non sono solo una sicurezza in più necessaria in autostrada ma servono anche in città quando le temperature scendono sotto i 7°.

La sicurezza al volante dovrebbe essere la priorità di tutti sempre, non solo quando c’è neve. Infatti gli pneumatici invernali sono eccellenti in ogni condizione di bassa temperatura: pioggia, neve, ghiaccio e sono studiati per avere un ottimo grip anche su asfalto freddo e bagnato. YokohamaGommeInvernali3 YokohamaGommeInvernali8Voi avete montato le gomme invernali?
Le potete riconoscere dal simbolo “fiocco di neve”.

La scorsa settimana ho fatto un test drive con le nuove gomme invernali Yokohama W.drive V905.
Questi pneumatici sono il prodotto più tecnologicamente avanzato della gamma invernale Yokohama e recentemente sono stati testati e consigliati anche dall’automobile club tedesco (ADAC), da quello svizzero (TCS) e dall’automobile club austriaco (ÖAMTC).
La Yokohama, produttore giapponese di pneumatici, ha voluto creare un prodotto con le migliori prestazioni di stabilità laterale, trazione e tenuta su ghiaccio e neve.
Non sono certo passata inosservata con la Mercedes GLA Enduro Cracklè e non mi sono risparmiata accelerazioni e frenate! Quando si può testare un prodotto è giusto provarlo e sapervi dare un’opinione quanto più sincera possibile.

Ho fatto qualche foto per mostrarvi che avere l’auto a posto, le dotazioni giuste e guidare in sicurezza non è una prerogativa di piloti e super appassionati dei motori ma riguarda un po’ tutti noi.
Anch’io, ad esempio, pur portando spesso i tacchi, quando mi metto alla guida cambio le scarpe e indosso il paio di sneakers che tengo sempre sotto il sedile del passeggero.
E’ un’accortezza in più che però mi fa sentire più sicura e reattiva.
Perché non cambiare le gomme anche alla macchina ed essere tranquilli di viaggiare in sicurezza?

Yokohama Gomme invernali YokohamaGommeInvernali5 YokohamaGommeInvernali4

Milano, dicembre 2015

I was wearing:
ANIYE BY coat
INTIMISSIMI LITTLE BLACK DRESS
CALZEDONIA TIGHTS
PURA LOPEZ décollettés
IMPERIAL benie
NIKE sneakers

Photos by Danila De Santis

Potrebbe anche interessarti:
Prova il servizio fermo posta. Ecco dove lasciare i tuoi pacchi
Anelli chevalier – signet. New trend
Guida a Depop. Vendi online

YOKOHAMA

Come si portano le bretelle? Brestige is now

29 Ottobre 2015

bretelleBrestige6
Ogni post di questo blog nasce da un’ispirazione o dal desiderio di comunicarvi qualcosa che ho scoperto, qualcosa che per me ha funzionato o che mi ha colpito.
In questo articolo voglio presentarvi un giovane brand italiano che realizza a mano bretelle artigianali avvalendosi dell’esperienza di maestri artigiani con esperienza pluriennale nella lavorazione della pelle e dei tessuti: Brestige.

Le bretelle sono un accessorio che rimanda immediatamente a tempi antichi, all’usanza di sostenere i pantaloni con fasce elastiche o in pelle.

Ultimamente sulle passerelle e nelle riviste di moda le abbiamo ritrovate, indossate da influencer e hipster di tutto il mondo che ne hanno fatto un elemento chiave dei loro look, rilanciando questo accessorio vintage in chiave fashion.

bretelleBrestige1

La bretella regala un tocco elegante a look formali e spiritoso a look sobri e scanzonati ed entra a far parte del guardaroba femminile per sottolineare la sensualità di chi sceglie di enfatizzare il lato garçonne.
Ho sempre amato la provocazione di una donna che gioca a vestirsi da uomo adottando nel proprio vestiario elementi tipicamente maschili, mescolando rigore e morbidezza, sobrietà e raffinatezza.

Sulla pelle nuda, sopra un gilet, su camicie e bluse, sopra maglioncini aderenti, con pantaloni e gonne svasate, le bretelle rappresentano la nuova tendenza, un accessorio non banale che dà carattere e un’allure interessante e ricercata.
Come si portano le bretelle?

bretelleBrestige5 bretelleBrestige4 bretelleBrestige3 bretelleBrestige2 BretelleSuspendersPh: Danila De Santis

High-waist marine trousers: Mango
Shirt: Mango
Suspenders: Brestige

Hai ancora 2 minuti? Ti consiglio questi post:
Intramontabile Black&White
Armadio strapieno: prova Depop
Cappotti: quale scegliere